Fiat 418

A-4214.jpg

Fiat 418AL Cameri

Gli anni ‘70 sono stati gli anni del boom del Trasporto Pubblico, tutte le città hanno acquistato un numero importante di questi mezzi che si distinguevano per l’agilità, le dimensioni e l’elevato carico di passeggeri. Venivano spesso utilizzati su linee di forza ad affiancare i più grandi 420 e 421, i Lancia e negli anni ‘80 i 470 prima e i 471 e 480 poi.

I Fiat 418 avevano un motore “a sogliola” Fiat 8200.12.135 con 194 CV di potenza e una cilindrata di 9816cc.

Furono molti gli allestimenti in versione 418/AC (10m) e 418/AL (11m), la più diffusa sicuramente è la versione della carrozzeria “Cameri” che all’epoca era quella ufficiale della Fiat, seguita sicuramente dalla “Portesi” e dalla “Breda-Pistoiesi”.

Hanno carrozzato il 418 anche Menarini, Dalla Via, De Simon, Autodromo, Sofer, Socimi e Imer.

La carrozzeria Macchi allestì una versione Autotreno del Fiat 418.

I Fiat 418 sono quasi del tutto scomparsi, alcuni esemplari girano in paesi sperduti o sono sotto salvaguardia storica di qualche appassionato.

2013-04-02T20:50:54+00:00 agosto 2nd, 2012|Gli anni '70, Storia dell'autobus italiano|