Gtt non è Atac, ha bisogno di una ricapitalizzazione e di investimenti per poter sopravvivere e risollevarsi, siamo ben contenti che nella nuova giunta ci sia l’intenzione di rimanere pubblici, ma non siano d’accordo alle cessioni dei rami di azienda, e benché se ne dica il full Service è solo l’inizio”.

Powered by WPeMatico