L’aut aut del ministero, per bocca della Motorizzazione, ad Atac è stata una doccia fredda, ghiacciata per tutti. E adesso, tra grida e sussurri, in Campidoglio è finito sul banco degli imputati Paolo Simioni, il deus ex machina di Atac, il manager a cui viene riconosciuta «un’autonomia fuori dal normale».

Powered by WPeMatico